5 CONSIGLI PER UN CV EFFICACE

5 Consigli per un CV efficace

Hai deciso di candidarti per quell’offerta di lavoro che sembra essere stata scritta apposta per te, ma poi ti sei dovuto scontrare con una grande realtà: creare il tuo curriculum online
Segui questi consigli per fare in modo che il tuo cv non venga mai scartato da nessuno!

Hai deciso di candidarti per quell’offerta di lavoro che sembra essere stata scritta apposta per te, ma poi ti sei dovuto scontrare con una grande realtà: creare il tuo curriculum online.

 

Ti capisco, ci siamo passati tutti e questo scoglio che al momento ti sembra insormontabile, presto diventerà un gioco da ragazzi.

Il segreto è seguire poche e semplici regole, per creare un curriculum vitae ordinato e degno di nota.

Bene, iniziamo subito a sviscerare questi 5 consigli per scrivere un cv online perfetto!

 

1.La lettera di presentazione
2

Un buon curriculum vitae che si differenzia rispetto agli altri è corredato di una lettera di presentazione adatta alla posizione lavorativa che stai cercando.

Per ogni profilo professionale esistono delle competenze diverse, per cui è opportuno adattare la lettera di presentazione alle candidatura da presentare.

 

La stesura di una buona lettera di presentazione non richiede regole specifiche; tuttavia è opportuno considerare alcuni aspetti.

Evitare aperture generiche (“Spett.le ditta”, “Spett.le società” o “Egregio direttore del personale”): la lettera di presentazione deve avere un destinatario specifico. Se conosci il nome del responsabile al quale ti stai riferendo tanto meglio, altrimenti, meglio inserire il nome dell’azienda per dare l’idea di essere consapevole di spedire la candidatura “proprio” a loro.

Ripetere alcuni concetti presenti nell’offerta: ad esempio, se sono richieste “conoscenze del linguaggio Java”, puoi inserire nelle prime righe della lettera di presentazione: “sono in possesso dei requisiti da voi richiesti, in particolare la conoscenza linguaggio Java, descritta dettagliatamente nel CV allegato”.

 

In questo modo darete subito l’idea, a chi legge, di avere di fronte una candidatura consapevole.

Dare l’idea di conoscere l’azienda che stai contattando: prima di candidarti, prova ad informarti maggiormente sui loro prodotti e su ciò che promuovono, sull’etica aziendale e sulle iniziative proposte che potrai leggere sul sito ufficiale.

La maggior parte dei candidati scrive un curriculum unico e lo invia random al maggior numero di aziende.

Mossa poco saggia!

Un curriculum vitae è efficace se è personalizzato per ogni offerta di lavoro. Inviare lo stesso CV e la medesima lettera di presentazione identici a molte aziende è una scelta non efficace: i recruiter apprezzano le candidature mirate, che facciano cogliere al volo quali sono le skill di un candidato in linea con le posizioni di lavoro disponibili. Identifica le diverse posizioni alle quali puoi candidarti.

 

 

2.La tua reputazione online in un cv
3

Oggi, è necessario curare la propria reputazione on line attraverso i contenuti pubblicati sui profili social. Su Facebook, ad esempio, puoi metterti alla prova parlando di te, del tuo lavoro, delle tue aspirazioni, dei tuoi obiettivi.

Le aziende osservano come ti comporti on line. Cerca di avere un profilo pubblico, in modo tale da farti raggiungere facilmente.

Infine, ricorda che su altre piattaforme, come Linkedin, puoi inserire direttamente il tuo curriculum vitae. Questo social nato per tutti i professionisti, è un ottimo strumento per il recruting e per la ricerca attiva di lavoro. Inoltre, in questo modo potrai metterti in contatto diretto con le aziende e far vedere chi sei attraverso i contenuti che condividi con la tua rete.

3.Evidenzia le lingue, le tue skill e i tuoi corsi

Okay, una volta che avrai terminato di elencare tutte le tue esperienze lavorative e di studio, arriverà il momento di dedicarsi ad un’altra sezione del proprio curriculum online che, in genere, si divide in tre parti:

  • Lingue straniere
4

In questo caso dovrai mettere in luce tutte le lingue che hai studiato nella tua vita e tutte quelle che sai realmente parlare, magari aggiungendo un punteggio per ognuna (sia per lo scritto che per l’orale).

 

Non dimenticare le certificazioni linguistiche prese: se ne hai, inseriscile pure o fallo presente, specialmente se il lavoro al quale sei interessato favorisce i candidati che sanno destreggiarsi tra le varie lingue.

 

Se poi hai fatto delle esperienze all’estero che ti hanno formato non soltanto nel campo linguistico, ma anche in quello lavorativo, non dimenticare di risaltare questo aspetto: qualsiasi selezionatore preferirebbe integrare uno sguardo internazionale nella propria azienda.

  • Soft skill e hard skill
5

Le hard skill sono quelle competenze tecniche che ti formano a livello professionale, mentre le soft skill, come dice la parola stessa, sono delle competenze più “leggere”, trasversali, che ti formano sul piano personale.

Un selezionatore valuta il candidato non soltanto per quello che sa fare, ma anche per la sua personalità, proprio per questo è molto importante riuscire a metterle in luce all’interno del proprio curriculum online!

 

Ricorda un concetto sempre più vero e fondamentale: prima ancora di essere degli esperti, dovremmo essere delle persone.

  • Corsi, certificati, premi, hobby, volontariato,

Quest’ultima sezione è dedicata a tutti quei corsi fatti, certificati presi, premi vinti, esperienze di volontariato e interessi personali che si tramutano in hobby.

 

Non tutti decidono di includere queste informazioni nel proprio cv online, sia perché non sempre si hanno questo tipo di esperienze alle spalle, sia perché averle non significa necessariamente che siano in linea con il posto per il quale ci si stia candidando. Allo stesso modo, non sarebbe male risaltare anche le esperienze di volontariato perché andranno a collegarsi, in automatico, alle tue soft skill che ti definiscono e ti rendono l’essere umano che sei.

4.Motiva la tua inattività

A nessuno piace parlare degli ostacoli che hanno rallentato il proprio percorso scolastico o professionale. È vero, presentare un curriculum vitae con periodi prolungati di vuoto può danneggiare molto il candidato agli occhi del recruiter, ma non devi preoccuparti, ok?

 

È importante però che questi periodi di inattività vengano contestualizzati e motivati. Questo non significa inventare qualcosa che non hai fatto: le informazioni inserite nel curriculum vitae possono

 

giustificare eventuali periodi di inattività, ma devono poter essere verificabili. Durante il colloquio viene spesso chiesto di supportare quanto dichiarato e di fornire degli esempi. Utile, quindi, iniziare a pensarci prima di trovarsi davanti al selezionatore.

5.Lunghezza del curriculum
6

Di quante pagine deve essere il CV? Lungo o breve? Meglio giusto! Non esistono regole fisse circa la lunghezza o brevità di un curriculum vitae, ma è preferibile che il CV non superi le due/tre pagine, anche se il tuo profilo professionale è molto strutturato e ha già maturato numerose esperienze professionali.

Avrai sicuramente sentito la frase: “Tu sei l’autore della tua storia”. Ecco, quando scrivi il tuo curriculum vitae, stai mettendo in pratica questo concetto. Per questo motivo non devi mai avere paura di dire chiaramente quali sono i tuoi punti di forza e cosa ti aspetti dal nuovo lavoro! “Voglio che i selezionatori, quando guardano il mio curriculum, rimangano senza parole!”.

Questo è più o meno il sogno di tutti i candidati e sicuramente anche il tuo. Per questo motivo molto spesso si dà una “gonfiatina” a qualche dato.

Chi si occupa di selezione è sempre perplesso quando vengono presentate qualifiche o risultati esagerati. Dare un’enfasi eccessiva agli obiettivi raggiunti potrebbe portare a domande spinose e approfondite durante il colloquio o, cosa ben peggiore, potrebbe pregiudicare del tutto una convocazione. Perciò, è sempre meglio essere sinceri.

 

Come diceva Karl Kraus: “Per essere perfetto gli mancava solo un difetto”.

Questi consigli hanno portato a buoni risultati tantissime persone. Usali adesso!
Siamo arrivati alla fine di questo blog post, spero che questi consigli possano aiutarti a realizzare l’impiego dei tuoi sogni.
Se vuoi ricevere ulteriori consigli, contattaci!
Se come noi di thinktankita.it ami l’informazione, aiutaci a realizzare grandi obiettivi lasciando un contributo.

Spread the world
Leave a Reply