Se ti piace Among Us adorerai questo videogioco

Siete in una mappa insieme ad altri giocatori. Due di loro sono gli impostori e il loro scopo sarà uccidervi tutti mentre cercate di mettermi in salvo. No, non è il gioco idolo di queste settimane, Among Us, che ormai tutti conosciamo e abbiamo fatto almeno una partita (quasi sempre nei panni del noiosissimo Crewmate). Il titolo che vi mostrerò oggi ha radici ben più profonde. È free to play ed è uscito per Pc su Steam nel lontano 2017. Andiamo a scoprirlo!

DICEIT
gameplay2

Letteralmente “inganno” dall’inglese, Diceit è un gioco con una forte componente psicologica all’interno. A partire dai meandri delle più tenebrose e cupe ambientazioni Horror alle foreste oscure prettamente Tolkieniane, Diceit si prefissa un obiettivo palese sin dai primi minuti di gioco: indurre confusione e squilibrio mentale nei giocatori. Il fatto di essere in costante pericolo, per il fatto di essere divorati/uccisi dagli impostori (o terrori) e l’ambiguità che nasce da ogni incontro con gli altri player, con i quali condivideremo risorse ubicate nella vastissima mappa, acuisce i nostri sensi andando spesso in errore uccidendo i nostri compagni o ignorando l’impostore dietro di noi pronto ad ucciderci.

Il Gameplay
gameplay1

Deceit testa i tuoi istinti di fiducia e tradimento in un gioco multigiocatore fps pieno di azione. Ti svegli in ambienti sconosciuti al suono della voce del Game Master, circondato da cinque sconosciuti. Un terzo del tuo gruppo è stato infettato da un virus, ma chi riuscirà a scappare? -Discorso di apertura del videogioco by Baseline Games

 

 

Diceit è un FPS, quindi un videogioco in prima persona dove si impallina la gente (infatti FPS= First Person Shooter) e rispecchia tutte le componenti classiche, se pur con qualche meccanica in meno. Ovviamente lo scopo del gioco non è farci sparare(un po’ come CoD) bensì quello di capire chi sono i Terrori, due ogni partita da 6 players totali.

 

 Cosa fa il Terrore? Il suo scopo è raccogliere le sacche di sangue trovate nella mappa, entro un limite di tempo ben preciso, e aumentare la propria barra terrore. Finito il tempo la nostra “forza” sarà direttamente proporzionale alla quantità di sangue raccolto, il nostro scopo diventa ora uccidere il resto del gruppo. A seconda del sangue raccolto l’impostore puo’ mutare e cambiare forma diventando più veloce, resistente e capace di captare i nostri movimenti da grandi distanze.

 

E i “Crewmate”? I non infetti dovranno raccogliere munizioni e scoprire quali sono i terrori. Spesso dovranno allearsi per riuscire a raggiungere l’audace l’impresa: raggiungere il bunker (situato nella terza zona di mappa, ognuna apribile raccogliendo i fusibili sparsi) così da salvarsi dai Terrori.

Tiriamo le somme

Diceit, videogioco realizzato in CryEngine dalla Baseline Games, non è perfetto. Presenta qualche bug vario e si fa fatica a trovare italiani. Nonostante ciò diverte moltissimo, soprattutto in compagnia. Con qualche aggiustatina e ottimizzazione il gioco puo’ veramente diventare “il nuovo Among Us”. Sarà che esiste solo su PC, ma c’è da dire che è completamente gratuito e non pay to win. Cosa volete di più dalla vita?

 

 

Da Gabriele La Milia è tutto. Alla prossima! 

Spread the world

Leave a Reply