Casablanca?

In Europa scoppia la seconda guerra mondiale. Parigi viene occupata delle truppe naziste e i francesi, spaventati dalle battaglie, decidono di scappare in America.

Fino a che punto si può amare una donna? Sino a lasciarla andare.

Credo sia questa la risposta più coraggiosa e difficile che si possa dare dinanzi ad una domanda del genere.

In Europa scoppia la seconda guerra mondiale. Parigi viene occupata delle truppe naziste e i francesi, spaventati dalle battaglie, decidono di scappare in America. Rick Blane, statunitense espatriato, fugge da Parigi e arriva a Casablanca nella Francia non occupata, lungo le coste del Marocco. Nel frattempo Victor Laszlo, leader della resistenza ceco-slovacca, scappa da un campo di concentramento e si ricongiunge con la moglie tanto amata che lo aveva creduto ormai morto, Ilsa. Con i tedeschi alle calcagna Victor scappa insieme a Ilsa a Casablanca con l’intenzione di prendere il primo aereo per Lisbona(nel Portogallo neutrale) e da lì partire alla volta degli Stati Uniti d’America. L’unico modo per lasciare Casablanca sarebbe quello di procurarsi delle lettere di transito rubate a due soldati tedeschi, ormai morti, che le trasportavano. Le lettere le ha Rick ma rifiuta quando Victor gli offre del denaro in cambio delle ultime.

“Ho un’offerta per te, spero accetterai i miei centomila franchi.”

“L’apprezzo ma non l’accetto.”

“Allora saranno duecentomila franchi.”

“Amico mio, potresti farne un milione o tre franchi. La mia risposta sarebbe sempre la stessa.”

“Deve esserci un motivo per cui non me le lascerai avere.”

“C’è. Ti suggerisco di chiedere a tua moglie.”

“Chiedo scusa?”

“Ho detto, chiedi a tua moglie.”

“Mia moglie?”

“Si”

                                                                    Play it, Sam. Play “As time goes by                                                 

Spread the world
Leave a Reply