Conte: “Abbiamo l’opportunità di ricostruire il paese”

Conte: “Abbiamo l’opportunità di ricostruire il paese”

Ieri, 3 Giugno, il premier Conte ha parlato agli italiani durante il primo giorno di riaperture tra regioni per fare il punto sui dati del contagio da coronavirus.

E’ iniziata alle 18 di ieri, 3 Giugno, la conferenza stampa del premier Giuseppe Conte che ha dichiarato che “a distanza di circa un mese dal 4 maggio i numeri possiamo dirlo con relativa prudenza ma con chiarezza sono incoraggianti” e che per la prima volta “abbiamo l’opportunità di ricostruire il paese”.

 

“Colgo un rinnovato entusiasmo, c’è grande attenzione per questa socialità ritrovata: giustissimo, ci meritiamo il sorriso e l’allegria dopo settimane di sacrifici ma è bene ricordare sempre che se siamo tra i primi Paesi Ue che può permettersi di riavviare le attività è perché abbiamo accettato tutti insieme di compiere dei sacrifici. Dico solo, facciamo attenzione: le uniche misure efficaci” contro il virus sono “distanziamento fisico e uso, ove necessario delle mascherine. Abbandonare queste precauzioni è una grave leggerezza”, ha detto ancora Conte.

 

Il premier Conte ha anche fatto un punto sugli strumenti europei messi in campo per contrastare la crisi economica, facendo riferimente a Recovery fund, Bei, Sure. 

 

“Chiederemo di partecipare sicuramente al progetto Sure e parteciperemo al progetto Bei”. Dice Conte parlando degli aiuti in arrivo dalla Ue. “Per quanto riguarda il Mes quando avremo tutti i regolamenti lì porterò in Parlamento e con il Parlamento decideremo. Ricordo che è un prestito, vanno valutate una serie di previsioni inserite nel regolamento”. “Abbiamo un’occasione storica: la commissione Ue, grazie anche al sostegno dell’Italia ha messo in campo una proposta. Noi dovremo cogliere questa opportunità e saper spendere bene questi soldi. Sul progetto di spesa che sapremo realizzare si misurerà la credibilità non solo del governo ma del sistema Italia”.

 

Punto centrale della conferenza stampa è la possibilità di ricostruire il paese:

Questa crisi deve essere un’occasione per superare i problemi strutturali e ridisegnare il Paese. Il Sud avrà una attenzione privilegiata. Con il ministro Provenzano stiamo lavorando ad una fiscalità di vantaggio per l’intero Meridione. Se riusciamo a coniugare una fiscalità di vantaggio con gli investimenti programmati possiamo rendere attrattivo davvero il nostro Sud”, ha detto ancora.

 

“Sicuramente a settembre si riaprirà, dobbiamo fare di tutto per assicurare ai nostri studenti il ripristino di una fase di normalità”, ha affermato Conte.

“Da oggi anche i turisti europei possono visitare l’Italia. Adesso più che mai dobbiamo concentrarci sul brand Italia nel mondo, per promuovere il patrimonio artistico che possediamo. I ministri Franceschini, Di Maio e Amendola stanno facendo un lavoro straordinario.” ha concluso il premier Conte

Spread the world
Leave a Reply