Il principe promesso – I

Una bambina sedeva da sola.

Vedendola e trovandola irresistibile, Dio scese da cielo e prese posto accanto alla giovane.

Imani se ne stava seduta con i piedi che puntavano, a penzoloni, sul vuoto. La vista era incantevole, il sole se ne stava oramai sulla soglia dell’orizzonte mentre la notte cominciava a farsi strada nell’aria satura dell’odore di pioggia. Il cielo era limpido e tranquillo.

Tutto era perfetto, così silenzioso. Poi Dio parlò:

<<Mi rattrista sempre venire in questo posto. Qui i miei servi giudicano i defunti, spetta a loro decidere se meritano il paradiso o preferiscono l’inferno. Per te, Imani, non lascerò che loro si pronuncino. Ti sei tolta la vita, non è un crimine che permetto loro di perdonare. Ma io so essere buono, spinto dalla compassione. Mentirò per te e ti giudicherò io stesso degna del paradiso. Accetta questo biglietto, vai alla Stazione dei Limoni e prendi il binario quattro. Io non potrò accompagnarti ma ti aspetterò lì.>>

Spread the world

Leave a Reply