Crysis 3

Recensione Crysis 3 nel 2020, il rapporto uomo-macchina

Sono passati più di 7 anni dall’uscita di Crysis 3 e grazie all’incredibile motore grafico, il CryENGINE 3, non li abbiamo minimamente sentiti. Crysis 3 è un gioco attuale dal punto di vista grafico, un po’ meno dalle meccaniche FPS, che (se devo essere sincero) le preferisco a quelle attuali. Di questo ne parliamo più tardi ora concentriamoci sul gioco nudo e crudo.

 

Crysis 3 è un FPS sviluppato da Crytek (nota azienda tedesca) e pubblicato il 22 Febbraio 2013 su PS3, XBOX 360 e PC.

 

La Trama

Esiste una trama? Scherzi a parte non dovete focalizzarvi molto sulla trama e nelle considerazioni giustificherò il consiglio che vi ho appena dato. Per chi comunque vuole avere qualche informazione riguardo alla trama eccolo servito.

Il gioco è ambientato 24 anni dopo le vicende successe a New York in Crysis 2, Crytek ha deciso di far passare così tanto tempo per giustificare la differenza di tecnologia . Il protagonista è Prophet, un militare che indossa una tuta speciale chiamata nanotuta 3.0 (dopo la nanotuta 1.0 e 2.0 dei precedenti capitoli che nome dovevamo aspettarci?) accompagnato dalla carismatica spalla di nome Psycho. New York è stata invasa dai Ceph (degli alieni molto simpatici) . Per questa ragione i C.E.L.L(macchinari alieni),già presenti nel precedente capitolo, creano delle biosfere dando alla luce ecosistemi di diverso tipo: dalla giungla ai deserti. La missione del protagonista sarà cacciare tutti i Ceph dalla città. Il messaggio del gioco è il rapporto uomo macchina. La macchina che è divenuta parte integrante della vita umana combatte insieme all’uomo contro la minaccia nemica per salvare il mondo e far rinascere una società piena di superuomini, individui cybernetici.

 

Il Gameplay

Crysis 3 enfatizza molto l’approccio stealth del gioco, favorito dall’ambiente circostante caratterizzato da erba alta e rottami dove si ci può nascondere e tendere un agguato ai nemici.

Nel complesso è molto fluido, scorrevole. Le meccaniche sono le classiche di un FPS, si possono inoltre equipaggiare mirini o oggetti vari nel menu HUD e abilità speciali che migliorano la nostra nanotuta. Le continue esplosioni e spari da tutte le direzioni accelerano il gameplay rendendolo a tratti simile ad un DOOM (per intenderci), dove ad un certo punto si butta all’aria la componente stealth e ci si lancia a capofitto al centro della battaglia.

 

Crysis 3
Screenshot (sfortunatamente a bassa risoluzione) di Crysis 3 sul mio PC in una scena molto pesante da renderizzare

Grafica, Ottimizzazione e Performance su PC

Ho giocato interamente il titolo su PC, sfortunatamente non ho avuto modo di provarlo sulle console di scorsa generazione. Se avete letto l’articolo sull’uscita del prossimo Crysis (se non l’avete fatto cliccate qui) parlavo di Crysis 3 come un meme. Titolo così pesante all’epoca che neanche spendendo 2000€ in un PC riuscivi a giocarlo a dettagli alti. Fortunatamente in 7 anni di tecnologia più o meno ci siamo riusciti. Probabilmente molti di voi non potranno goderselo con i dettagli tutti a massimo, ma non preoccupatevi. Ho giocato Crysis 3 sul mio PC (i5 2400 e rx 570) e ho sparato i dettagli tutti a massimo. Appena ho cominciato a giocare sono rimasto a bocca aperta. WOW. Non ho mai giocato ad un titolo con grafica superioriore a questa, gli ambienti realistici e immersivi, le armi disegnate perfettamente così come i nemici. Se proprio devo essere pignolo non mi è piaciuta la texture dell’acqua, preferisco quella di ARK Survival Evolved (altro titolo mostruosamente bello quanto non ottimizzato). Con tutto a massimo giocavo tra i 30 e i 50 FPS con 35 FPS di media (non confondiamo le sigle FPS. Crysis è un FPS ossia un gioco sparatutto in prima persona e il mio PC genera 35 FPS cioè 35 immagini o frame per secondo). Ritornando alla grafica aggiungo che Crysis non mi ha fatto minimamente pensare che il gioco avesse più di 7 anni, le texture erano pressoché perfette e i volti dei personaggi vantano di un fotorealismo unico.

 

Considerazioni finali. Perché consiglio a tutti di giocarlo?

La community di giocatori (PC in particolare) ha aspramente criticato Crytek per il pessimo lavoro svolto in trama e ottimizzazione del titolo. Non fermatevi alla trama! Crytek con Crysis 3 voleva trasmette una visione diversa di Pc gaming, voleva dimostrare quello che poteva renderizzare un computer in tempo reale, ponendo a priori la differenza abissale che c’è con le console. Crytek avrebbe potuto abbassare la qualità delle texture e allungare le ore di gioco utili al completamento, SI ma non era questo il loro intento. E comunque vi assicuro che è bellissimo giocare senza pensare a trama o intrecci vari. Un gameplay senza impegni: ti siedi, accendi il PC, e ti butti a capofitto con la tua tuta speciale e in modo ignorante annienti i nemici. Questo è quello che apprezzo più di Crysis 3 ed è per questo motivo che consiglio a tutti di giocarlo. Alla prossima recensione su Thinktankita Games!

 

Spread the world

Leave a Reply