Xiaomi ha presentato la famiglia Mi10t. Cosa ne penso?

Xiaomi si è affermata come azienda leader nel settore degli smartphone di questo 2020 sia in termini di qualità prezzo che posizionamento di mercato. Più volte richiamata da me per essere un’azienda “cannibalista” per far uscire mensilmente smartphone sempre migliori che abbattono i suoi stessi best buy. Adesso è il turno della famiglia Mi10t con tre nuovi smartphone. Riconferma della bravura Xiaomi o ennesimo smartphone per fare brodo? Scopriamolo!

Mi10T Pro, Mi10T e Mi10T Lite
specifiche

Trittico convincente quello offerto dal colosso Cinese. Partiamo dai due più costosi, il Mi10T e la versione Pro. Entrambi montano uno Snapdragon 865 5G (non versione plus) e stesso display, un bellissimo IPS 6,67′ 144Hz. Ben accetta la batteria da 5000mAh. La differenza allora dove sta? La versione liscia (base) è equipaggiata con un sensore fotografico da 64MP, la Pro da un 108MP con stabilizzazione ottica (OIS). Un’altra differenza sta nel fatto che la versione Pro da 8+128GB (è anche disponibile in 8+256GB) ha 2GB di Ram in più del Mi10t (6+128 o 8+256). Come avete visto molto simili, così come il prezzo. Si parte da 499€ per il Mi10T 128GB e 599€ per il Mi10T Pro 128GB. 

 

E il piccolino come se la cava? È lui secondo me la ciliegina sulla torta di Xiaomi. Incarna perfettamente l’anima del poco più vecchio Mi 10 lite, cioè portare uno smartphone 5G sulle case di tutti (o quasi). Ovviamente ringraziamo Qualcom per aver sviluppato un nuovo SoC, parlo di Snapdragon 750G, che portà un 20% in più di performance rispetto al 730G e la connettività 5G, risparmiando un più costoso 765G. 

 

 

Ma in soldoni com’è fatto questo smartphone? 750G, già detto. Display IPS 120Hz 6,67‘ (probabilmente è lo stesso di Poco X3 NFC) e 6GB di Ram in configurazioni 64GB e 128GB espandibili con microSD. Super apprezzato l’audio stereo e la ricarica 33W in uno smartphone di fascia media. Prezzo? 299€ e 349€ per 64GB e 128GB, ma Xiaomi sta organizzando un flash sale per averlo a 249€ (6/64GB).

Il mio parere...
cop

È inutile fare previsioni sui possibili smartphone in uscita, Xiaomi fa uscire un best buy dopo l’altro. Questa serie Mi10T mi è piaciuta molto anche se nel Pro avrei preferito un display Amoled (per tanti motivi). Sicuramente l’acquisto di una serie Mi 10 (non t) va ponderato data l’esistenza di questa gamma, che probabilmente tra un paio di mesi troveremo a 50€ meno. Il Mi10t Lite è quello che apprezzo di più perché con un prezzo fisso di 250€ sarebbe uno best buy a 360 gradi, con la possibilità di supportare le reti 5G evitando di spendere una fortuna. Ahimé son padelloni, ma ormai il trend è questo e difficilmente si tornerà indietro.

 

 

Credo di aver chiarito tutto. Per qualsiasi dubbio scrivete nei commenti. Da Gabriele La Milia è tutto. Alla prossima! 

Spread the world

Leave a Reply